Marmo e legno: come abbinarli in maniera efficace

Il marmo e il legno sono i materiali naturali di pregio per eccellenza. A prima vista possono sembrare agli antipodi, quasi inconciliabili: il marmo è resistente, duro, freddo e dai colori variegati, mentre il legno è morbido, flessibile, caldo, e con una palette di colori ben definita. Tuttavia, le ultime tendenze di interior design vedono l’accoppiamento di questi due materiali, con effetti di grande eleganza e modernità.

Come si abbinano il marmo e legno all’interno di un ambiente

Per pianificare un abbinamento tra marmo e legno bisogna partire dal materiale più presente, quindi quello che ricopre i pavimenti. Infatti, il materiale che riveste il pavimento sarà quello che determinerà qual è il colore e il tono dominanti dell’ambiente. Quando si decide di costruire degli ambienti che mischiano due materiali molto diversi, inizialmente è necessario chiedersi se si vuole donare una identità definita ad ogni stanza, o se invece si preferisca seguire una linea di estetica che percorra tutta la casa. In entrambi i casi, è importante tenere a mente come costruire combinazioni di colori piacevoli per l’occhio. Sia il marmo che il legno possono essere chiari o scuri, e entrambi hanno una notevole varietà di cromie. A partire dal colore dominante, si procederà a decidere quali siano gli altri colori da tenere in considerazione poi nell’arredamento dell’ambiente. Nella scelta della palette, si consiglia di tenersi sue tre colori: quello del pavimento, un secondo che sia simile che si abbini, e un terzo che, se si vuole, sia in contrasto. Si sconsiglia solitamente di andare oltre i quattro colori, per evitare che ci siano troppi stimoli cromatici.

Le combinazioni di colore ideali

Quando la casa ha pavimenti in marmo, le combinazioni di colore ideali variano a seconda del marmo scelto. Per esempio, se è presente marmo bianco con venature grigie, si consigliano arredamenti che ne richiamino i colori chiari, e a contrasto elementi di legno scuro, come il mogano o il tek. Se invece si ha marmo scuro sul pavimento, si abbinano molto bene mobili di legno scuro con cromature in oro o in bronzo, o con rifiniture in legno chiaro con striature, come l’olmo e il frassino. Invece, se il pavimento è di un colore più particolare, come il rosa, il verde o il beige, è opportuno scegliere l’arredo di colori neutri come il bianco e il nero, insieme a colori organici, come il marrone, il tortora o l’avorio.

Lo stesso ragionamento funziona quando si hanno pavimenti in legno, giocando sulle tonalità del marmo, che si può posizionare sui ripiani di lavoro – come in bagno o in cucina – nei dettagli dei mobili, o per esempio in installazioni di lastre sulle pareti.

I criteri per un abbinamento perfetto secondo l’interior design

Le case riflettono la nostra identità, e non ci sono limiti a quello che è possibile creare. Tuttavia, l’interior design ci invita a seguire alcune indicazioni, per far sì che gli ambienti siano accoglienti e gradevoli. È importante partire dal gusto personale, dalle sensazioni che ci dà un colore, e anche dal significato che esso porta. Quando arrediamo la nostra casa, bisogna anche tenere in considerazione come i mobili e loro colori interagiscono con la luce, le finestre, e lo spazio al di fuori dell’abitazione.

Una volta scelto quale sia il colore dominante, l’interior design ci invita a tenere in considerazione la regola 60-30-10: il primo sarà presente al 60% (e per questo si tende a scegliere come colore principale uno neutro, come il bianco, il beige, o l’avorio); il secondo invece al 30%, per creare movimento e profondità; il terzo colore al 10%, e viene chiamato “colore d’accento”, da utilizzare nei dettagli per creare contrasto. Questa teoria si applica molto bene alle palette consigliate precedentemente, quando si pensa di abbinare marmo e legno in uno stesso spazio.

Qualora si volesse creare un’atmosfera diversa per ogni ambiente invece, le indicazioni dell’interior design ci portano a unire le sensazioni dei colori alla funzione delle stanze. Per il soggiorno e le camere da letto, per esempio, si consigliano solitamente palette di colori rilassanti e delicati, che invitino al riposo e alla tranquillità: sono perfetti i classici crema, beige, bianco, champagne, grigio perla, che possono essere uniti alla malva, il rosa antico o alla lavanda per dare un tocco di originalità. Qui il marmo e il legno, che sono materiali naturali, sono perfetti da abbinare insieme per creare un ambiente elegante, accogliente e rilassante. La cucina e la sala da pranzo invece, legati al cibo e alla convivialità, sono i luoghi giusti per osare e abbinare colori più forti. Qui si potrà usare con l’unione di tonalità più chiare insieme a quelle più scure, giocando sulla tipologia e la posizione dei materiali, e creare contrasti più arditi. Anche qui, marmo e legno insieme danno la possibilità di creare combinazioni infinite.